Prestiti a Protestati

Prestiti ai protestati? chi ha avuto in passato problemi e ritardi con i pagamenti viene considerato da banche ed istituti finanziari un “cattivo pagatore” e per questo sicuramente finirà in certi elenchi e banche dati, la banca dati privata che raccoglie appunto i dati delle persone classificate come cattivi pagatori si chiama appunto CRIF.


Notoriamente chi è stato pignorato, protestato ed è iscritto al CRIF, di certo avrà problemi a farsi concedere un prestito per qualsiasi motivo, questo database è la prima cosa che le finanziarie e le banche vanno a consultare per verificare la solvibilità del possibile cliente.

L’unica possibilità per queste persone di accedere al credito è di dimostrare di avere uno stipendio fisso, in questo modo si supereranno queste difficoltà e il rimborso del prestito avverrà tramite la cessione del quinto dello stipedio con rischi zero per chi lo concede.

Questo è valido anche per i protestati che hanno una pensione, infatti anche con questa mensilità, si può garantire il rimborso del prestito ed ottenerlo più facilmente, anche se non si è più lavoratori attivi.