Mutuo inarrivabile per le famiglie con un solo reddito

Uno dei principali portali creditizi italiani rileva che per le famiglie mono reddito (ovvero, quelle all’interno delle quali vi è un solo stipendio, generalmente dal capofamiglia) poter arrivare a un mutuo è praticamente impossibile. La crisi economico finanziaria degli ultimi anni, il conseguente periodo di credit crunch, sembrano aver acuito i timori di tale target bancario, oramai “tagliato fuori” dall’ambito dei potenziali beneficiari di interventi creditizi da parte delle banche. Vediamo allora quale è la percentuale di famiglie mono reddito con adeguati meriti creditizi, e quale è il profilo medio delle operazioni di mutuo compiute nelle ultime settimane.


Stando alla ricerca compiuta dal portale creditizio mutui.it, su un campione di 160 mila domande di mutuo che sono state presentate nel corso degli ultimi sei mesi, solamente il 2 per cento delle richieste sarebbe provenuto da famiglie con un solo reddito, in grado di sostenere senza squilibri il pagamento della rata del mutuo.

Un peso che, evidentemente, la stragrande maggioranza delle famiglie con un unico portatore di reddito non riesce a sostenere, navigando in una pericolosa area compresa tra l’affitto e l’impossibilità di arrivare senza instabilità alla fine del mese.

Sempre secondo quanto affermato dalla ricerca, oggi giorno l’importo medio richiesto risulta essere pari a circa 122 mila euro, che rappresentano un loan to value del 52% (cioè, la percentuale dell’importo che il cliente bancario tende a farsi finanziare, rapportato al valore della casa da acquistare).


Il piano di ammortamento continua stabilmente ad essere fissato e predeterminato sopra la soglia dei 20 anni (con una media di 23 anni) mentre, per quanto concerne il profilo dell’aspirante mutuatario, ne deriva una figura media di 42 anni, con stipendio netto di 2.100 euro.

E, soprattutto, in grado di poter contare su un sostanziale appoggio derivante dal reddito di un partner, o dalla garanzia di un parente o di un amico.