Credito al Consumo

Il credito al consumo è una forma di prestito finalizzato concesso esclusivamente a persone fisiche per soddisfare esigenze di natura personale quali possono essere una vacanza, l’acquisto di un elettrodomestico, o per soccombere a spese di emergenza che, purtroppo, nella vita possono sempre presentarsi, ad esempio a causa di un incidente o per poter pagare delle cure mediche.


Caratteristica fondamentale del credito al consumo è che non può essere erogato ad imprese o liberi professionisti, bensì unicamente a soggetti privati: per fare un esempio, si può chiedere un credito per l’acquisto di un’automobile privata ma non per un’auto aziendale.

Il credito al consumo fu introdotto in Italia negli anni ‘70 da una società del gruppo Deutske Bank, mediante erogazione allo sportello: oggi il veicolo più diffuso per l’erogazione di credito al consumo è senz’altro internet, con le migliaia di società operanti su web ed i tantissimi siti informativi che offrono informazioni più che dettagliate al cliente finale.

Ma vediamo nel dettaglio che cos’è e come funziona il credito al consumo: fanno parte del credito al consumo quei prestiti finalizzati all’acquisto di beni per l’utilizzo privato, come la cessione del quinto dello stipendio ed i prestiti personali; la durata di un prestito erogato come credito al consumo può variare dai 12 ai 72 mesi, e non necessita di particolari garanzie come l’ipoteca o la fideiussione; può essere richiesto nelle agenzie di intermediazione creditizia, presso le banche, presso enti come l’Inpdap, che eroga prestiti personali ai dipendenti del servizio pubblico, o attraverso internet, previo invio via fax dell’ultimo 730, dei documenti di identità del richiedente e della busta paga.